Un’opera muore nell’attimo in cui l’artista l’ha creata.
Dopo è lo spettatore a farla continuare a vivere.
Luigi Stoisa, Scritti (03.01.98)
LUIGI STOISA

Pittore e scultore, è nato a Selvaggio di Giaveno (Torino) nel 1958 dove attualmente vive, lavora e insegna come docente ordinario di materie artistiche nelle scuole statali. La sua attività artistica ha inizio a partire dalla fine degli anni ’70 quando ancora era studente all’Accademia di Belle Arti di Torino, dove successivamente ha conseguito il Diploma di Pittura. Ha esordito nel 1984 con la sua prima mostra personale da Tucci Russo. La sua ricerca ha inizio negli anni Ottanta, l’epoca del post-modernismo. Proprio a questo periodo risalgono le sue prime opere “mature”. Da allora tutta la sua poetica è sempre stata legata al mutamento della materia che inesorabile modifica forme e immagini. Al centro della scena è il catrame, presente in molte opere, che si modifica e trasforma i materiali intorno a sé. Protagonista di importanti eventi espositivi all’Italia e all’estero. Tra questi, alla Fundación Joan Miró di Barcellona (Spagna, 1985), De Appel Foundation di Amsterdam (Paesi Bassi, 1986), Museo d’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato (Italia, 1988), Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Nizza (Francia, 1993), Neue Nationalgalerie di Berlino (Germania, 1996), Complesso Monumentale San Michele a Ripa Grande di Roma (Italia, 2004), Reggia di Caserta (Italia, 2005), XVIII Biennale di Scultura di Carrara 2008, Ca’ d’Oro di Venezia (Italia, 2009), Palazzo Litta di Milano (Italia, 2010), Accademia di Belle Arti di Torino (Italia, 2010), The Frost Art Museum di Miami (USA, 2011). Vincitore di premi per la realizzazione di sculture di arredo urbano e di edifici pubblici: Luci d’Artista di Torino, A.I.S.M. Torino, Biblioteca Italo Calvino Lungo Dora Agrigento Torino. Hanno scritto su di lui molti critici d’arte tra cui Gillo Dorfles, Francesco Poli, Giorgio Verzotti, Mario Bretoni, Giovanni Castagnoli, Amnon Barzel, Giulio Ciavoliello, Marco Meneguzzo, Dario Trento, Corrado Levi, Daniela Lancioni, Guido Curto, Renato Miracco, Achille Bonito Oliva.

more info: stoisa.it

LIVE EXPERIENCEMUSICAARTEVIDEOFOTOGRAFIA
Jazz Visions ©2016 info@jazzvisions.it / 339.2514218 | Ass. Cenacolo Studi "Michele Ginotta" - p.iva 03301260042